Ti trovi qui
Home > #Nonsolosocial > Cultura & Società > A colloquio con Magdi Cristiano Allam

A colloquio con Magdi Cristiano Allam

Ieri nella sala conferenze del Museo Civico Biagio Greco, sito in Mondragone prov. di CE, ha presentato il suo libro “Io e Oriana” lo scrittore e giornalista Magdi Cristiano Allam. La presentazione è stata preceduta da una visita museale illustrata dall’archeologa del museo stesso che ha permesso di rappresentare alla nota personalità uno spiccato della storia Mondragonese dai tempi antichi al giorno d’oggi.

Dopo la visita, mentre il pubblico accorso numeroso e partecipativo, prendeva posto, Marco Sarra (di Rivoluzione Cristiana) si soffermava al tavolo di rappresentanza e iniziava un lungo colloquio con Magdi stesso.

Noi della redazione del Popolarista abbiamo intervistato il rappresentante di Rivoluzione Cristiana.

L’abbiamo vista parlare lungamente ed intensamente con Magdi C. Allam, ci può dire di cosa stavate parlando?

Guardi non capita spesso di potersi confrontare con persone di così profonda conoscenza dell’Islam che in Italia quasi nessuno conosce bene, abbiamo quindi scambiato idee sul piano della politica internazionale con riferimento all’immigrazione che in Italia è un problema politico, sociale, culturale e territoriale. Ma non abbiamo neanche tralasciato aspetti comunicativi ed innovativi che ci hanno portato a confrontarci anche sui primi giorni del nuovo Presidente Americano Trump. Devo dire che il confronto ha assunto fin da subito tematiche complesse e di alto livello politico istituzionale senza però tralasciare aspetti sociologico e culturali immancabili data l’elevata capacità culturale della controparte. Insomma parlare con Magdi è sempre una forma di arricchimento a 360 gradi oltre che una forma piacevole di confronto.

Alla fine lei sig. Sarra ha posto una domanda articolata e di spessore a Magdi, sottolineata da un grande applauso di compiacimento del pubblico intervenuto, e la risposta è stata chiarificante?

Guardi ogni risposta di Magdi è sempre illuminante quindi direi ben oltre il chiarificante; ma nello stesso tempo mi ha fatto capire che in politica estera abbiamo ben poche certezze e quindi il lavoro sarà lungo e complesso. Spero di avere altre opportunità di confronto con Magdi in futuro anche se stasera ho ricevuto alcune certezze su miei convincimenti.
Mandi nel suo intervento ha poi spiegato anche il suo rapporto concettuale, sociale e ideologico con Oriana Fallaci che lo ha convinto a scrivere il suo libro.


Articoli simili

Lascia un commento

Su